Il Matrimonio Vegano: 7 consigli utili all'organizzazione del vostro "Vegan Wedding" in Italia


1.Scegliere un luogo adatto matrimonio. Essere vegani non vi impedisce di scegliere la stessa location adatta a matrimonio non-vegani, ma sarebbe opportuno riflettere attraverso la vostra scelta il vostro amore per la natura, l'aria aperta e l'ecosostenibilità. Un matrimonio vegano in un agriturismo con prodotti a Km 0 o allestendo il ricevimento nel parco di una country house affidandovi ad un catering specializzato nelle nozze bio e vegane, saranno le soluzioni migliori. Inoltre, se riuscirete a celebrare la cerimonia (religioso o civile) nella stessa location, ridurrete gli spostamenti e quindi l'impatto ambientale dell'evento.


2.Scegli bene chi si occuperà della preparazione del Menù, il ristorante interno o il catering, dovranno necessariamente essere molto affidabili e specializzati in questo tipo di preparazioni, con la massima attenzione alla scelta dei prodotti, che dovranno essere freschissimi ed ovviamente 100% italiani (meglio se locali). Organizzate più "tasting" del vostro Menù e scegliete opzioni che possano accontentare anche i palati dei non-vegani.

3.Considerate il vostro budget . Il budget per il matrimonio vegano, può farvi risparmiare sul Menù, ma sconsigliamo di scegliere questo tipo di evento se non lo si fa per motivazioni molto più valide e profonde di quella meramente economica. Inoltre, come in tutte le professioni, chi si specializza in un concept con un bacino di utenza di riferimento più ristretto e quindi meno richieste, vorrà essere adeguatamente retribuito. Un'opzione molto interessante  e che ben si adatta al matrimonio vegano è, sicuramente, quella del "brunch" o comunque del ricevimento a buffet, che permetterà agli invitati di scegliere solo ciò che di più incontrerà i propri gusti ed abbattendo ulteriormente i costi, pur mantenendo molto stile ed eleganza.


4.Le possibili idee per il vostro Menù includono stupende insalate fresche con fiori commestibili/edibili, zuppe deliziose con colori brillanti, e variopinte portate principali verdure e tofu(l'unico ingrediente non italiano consentito). Date un'occhiata online alle ricette più sfizione e non sottovalutare il loro impatto visivo, in quanto potrà davvero fare la differenza! Ricordate che "si mangia prima con gli occhi"! Come per un Menù "tradizionale" l'importante sarà trovare gusti e sapori equilibrati e di facile apprezzamento. Per la vostra "Vegan Wedding Cake" o Torta di nozze Vegana, potreste una "Wedding Vegan Bigné Cake" senza uova e latticini.

5.Pianificate gli allestimenti e la mise en place con un tocco eco-friendly:
  • Esistono posate, piatti, tovaglie e tovaglioli riciclabili che nulla hanno da invidiare a quelli tradizionali;
  • Utilizzate carta riciclata o riciclabile per partecipazioni e menù;
  • Utilizzate elementi naturali come fiori o cibo per i centrotavola ed il cake topper, piuttosto che oggetti in plastica o materiali industriali;
  • Scegliere le vostre bomboniere con cura...optando ad esempio per bomboniere enogastronomiche fatte con prodotti biologici (marmellate, confetture ecc...);
6.Ponderate bene la scelta dei vostri abiti da sposa e da sposo, in quanto il matrimonio vegano non può badare solo al cibo, bensì anche alla scelta di tutto il corollario del matrimonio ed in particolare degli abiti e degli accessori.

Cercate un abito da sposa "animal-friedly", quindi sia la seta che la lana per la maggior parte dei vegani non saranno tessuti adatti a differenza della canapa, sempre più usata per gli eco-friendly weddings.
Per le scarpe e per cinture ed accessori vari, la simil-pelle potrà andare, ma noi consigliamo anche qui fibre naturali/vegetali.
Molti vegani scelgono di evitare di indossare qualsiasi cosa fatta da animali come la madreperla, avorio, osso ecc... valutate, in fine, se varrà davvero la pena rinunciare agli oggetti che i membri della vostra famiglia vorrebbero indossaste, in quanto, il valore della famiglia a nostro parere trascende tutto il resto.

7. Per i vostri allestimenti floreali scegliete solo fiori locali ed organici, ancor meglio se si tratterà di fiori di campo raccolti dal personale della location nella propria area. Se volete qualcosa di davvero unico e più complesso, potete decidere di affidarvi ad un floral designer o a dei Wedding planners.