Riciclare e riutilizzare l'abito da sposa

Riciclare l'abito da sposa?!? Sì...in Italia è un concetto che non appartiene alla stra-grande maggioranza delle Spose e, non possiamo che apprezzare questo attaccamento al valore che un ricordo così importante ha...ma è pur sempre qualcosa di materiale...qualcosa che non prescinderà, anche una volta "sparito" dal vostro armadio (o ancora peggio dalla vostra soffitta!), la possibilità di portare nella mente e nel cuore gli attimi in cui quell'abito lo avevate indosso...gli istanti in cui stavate coronando il vostro sogno, da protagoniste del giorno più bello della vostra vita!
Diciamo questo, perché, attraverso articoli di altri bloggers come noi e valutando alcune iniziative di coppie straniere, abbiamo deciso di elencare alcune potenziali metodologie di "riciclaggio" e riutilizzo del vostro abito da sposa:


Potreste ri-venderlo...
Abiti che, spesso costano molto di più della media degli abiti delle spose straniere, ormai anche in Italia, affollano i siti di annunci ed i portali dedicati al matrimonio che danno la possibilità alle Spose di mettere in "vendita" abiti da sposa ed accessori (scarpe, veli, pochettes, stole ecc...).Noi di matrimonio-eco.com stiamo per dedicare un'area del nostro blog proprio a questa opportunità, che chiameremo "Ricicla il tuo matrimonio".
Il consiglio è quello di provare, almeno inizialmente, a metterlo in vendita all'estero, in quanto, come già accennato, se è così difficile per una sposa italiana privarsi del proprio abito lo è ancor di più pensare di utilizzare, per le proprie nozze, un abito da sposa usato! Un'ulteriore opzione interessante può essere quella di proporlo a negozio che effettuano noleggio di abiti da cerimonia.
Potreste donarlo...
Partendo dall'ovvia possibilità di darlo a vostra sorella o ad amiche in procinto di sposarsi, potreste rendere questa donazione una scelta ancora più importante ed altruista, affidandolo a delle onlus specializzate che si occupano di ricavare denaro da aste e vendite di questo tipo di "oggetti" per finanziare associazioni a scopo umanitario.


Potreste rivisitarlo...
Se il vostro abito da sposa non è troppo "pomposo" ed è abbastanza sobrio da poter diventare un abito da cerimonia o da serata di gala, potreste pensare a cambiarne il colore (fatelo fare a delle tintorie specializzate...fidatevi!!!). Se invece l'abito è dotato di troppi particolari, ricami, tulle e quanto di più "nuziale" ci sia potreste affidarvi ad un abile sarto ad un/a stilista per rivisitarlo completamente, utilizzando comunque come base i tessuti e la "struttura" dell'abito originale.


Potreste "riciclarlo"
Utilizzando i vari tessuti dei vostri abiti da sposa potreste creare rivestimenti, tendaggi, complementi d'arredo, fodere e quanto di più originale e creativo possa venirvi in mente.

In ultimo, se proprio non riuscite a disfarvene, cercate di tenere il vostro abito in un luogo idoneo, nella sua fodera originale, e portatelo in lavanderia almeno ogni 2 anni... non si sa mai che un giorno, vostra figlia, vi faccia il regalo più grande...chiedendovi di indossarlo per le sue nozze!