Una gestione più eco-sostenibile e economicamente oculata del vostro matrimonio

Un vero matrimonio ecologico deve essere per prima cosa contrario agli sprechi, di qualsiasi tipo, senza trascurare logicamente la salvaguarda dell’ambiente, privilegiando di conseguenza la scelta di prodotti eco-compatibili. La parte più complicata da gestire è quella però relativa alla riduzione degli sprechi soprattutto per gli eventuali regali in entrata, un problema che può essere gestito in due modi:

  • attraverso la creazione di una lista delle nozze preferibilmente online (che è accessibile a tutti gli invitati e per la quale gli acquisti possono essere fatti tramite carte prepagate o carte conto con iban, carte di credito, bonifico, paypal, ecc ma in ogni caso non si ha uno spreco di carta),
  • oppure preferendo ai regali, il denaro, attraverso il quale verranno fatti gli acquisti strettamente necessari.


Consigli pratici per la gestione “eco” del proprio matrimonio

Dalle partecipazioni alle eventuali bomboniere bisogna avere le idee chiare, così da non incappare in banali errori che rischiano di costare cari all’ambiente e alle proprie tasche. Per prima cosa c’è proprio la questione delle partecipazioni, che non sono più considerate indispensabili e quindi rinunciarci porta a un bel risparmio di carta e di inchiostro. Oggi, infatti, non mancano le possibilità di poter gestire gli inviti usando social networks, sms e e-mail, con risultati anche molto carini. Tuttavia se si hanno difficoltà a farlo, e le partecipazioni diventano irrinunciabili, allora è meglio scegliere carta riciclata, e anziché affidarsi a tipografie o anche alla propria stampante. Si possono inoltre fare partecipazioni a basso impatto ambientale semplicemente scrivendole a mano con una penna in china con ricarica. Se si hanno dubbi sulla propria calligrafia si possono comprare o ritagliare le lettere in cartoncini o chiedere aiuto a amici o parenti dotati di piglio artistico. Invece per lasciare un ricordo agli invitati, anziché ricorrere alle solite suppellettili, si può optare per vasetti di conserve fatte in casa o bio-logici, o prodotti simili. Possono essere confezionate da soli con pochi materiali (della carta colorata o un pezzetto di stoffa e dei nastrini) oppure si trovano facilmente sul mercato.


Un pranzo ecologico a prezzi ragionevoli

Meglio scegliere un in questo caso un agriturismo, magari combinato con un B&B che riduce l’impatto degli spostamenti degli invitati, con un menu concentrato sui prodotti locali (a Km zero), sostituendo i segnaposto classici con piccoli bouquet di fiori di campo (con colori diversi per i diversi tavoli così da organizzare gli invitati).